Antipasto sardo di cozze con prezzemolo

Antipasti sardi: un viaggio in 21 ricette

In Sardegna, come nel resto d’Italia, il cibo è sacro e spesso rappresenta al meglio il territorio. Gli antipasti sardi aprono tutti i pranzi importanti, soprattutto nei periodi di festa, e cambiano a seconda della zona e della sua vocazione: pastorale, agricola o ittica. Sono davvero tantissimi, è praticamente impossibile nominarli tutti, ma cercheremo di andarci il più vicino possibile con questa panoramica!

Indice

Antipasti sardi di terra (Vegetariani)

Tipici dei paesi a vocazione agricola, ma anche pastorale, sono i prodotti della terra, spesso messi sott’olio o in salamoia. Impossibile non citare i carciofi, funghi, cardi e peperoni sott’olio e i funghi arrosto. Molto apprezzate anche le olive in salamoia colate e accompagnate con aglio tritato e un filo d’olio, oppure le classiche olive a scabecciu.

Un altro prodotto della terra molto ambito e ricercato in Sardegna è l’asparago: anche questa pianta viene generalmente fatta sott’olio oppure saltata in padella o in forno. Anche le melanzane sono molto utilizzate: melanzane alla sarda (con pomodoro, aglio e basilico), ripiene (predingianu prenu), sott’olio, arrosto.

Alcuni antipasti sardi di terra possono fungere anche da pasto completo: ad esempio carciofi e patate o le fave secche lessate oppure zucchine e pomodori ripieni. Stesso discorso per le panadas di verdure, delle torte salate tipiche del Campidano di Cagliari: con carciofi, con funghi, con piselli, possono essere tranquillamente un piatto unico, dipende dalle dimensioni della porzione! Riuscirete a mangiarne solo una fettina?

Ecco una carrellata di ricette!

Torna all’indice

Carciofini sott’olio

carciofini-sottolio-sardegna
Carciofini sott’olio dal blog Jul’s Kitchen
 

Fare i carciofini sott’olio è semplicissimo. Sbollentateli in acqua e aceto, scolateli, fateli asciugare per bene e riponeteli in un barattolo ricoperti d’olio e qualche grano di pepe.

Qui la ricetta dei carciofini sott’olio.

Torna all’indice

Olive a scabecciu

olive--scabecciu-aglio-prezzemolo-sardegna
Olive a scabecciu dal blog Una cuoca improvvisata
 

Olive, acqua, sale, olio, aceto e aglio sono i semplici ingredienti per fare le olive a scabecciu.

Qui la ricetta delle olive a scabecciu

Torna all’indice

Asparagi sott’olio

asparagi-sottolio-sardegna
Asparagi sott’olio dal blog Anna the Nice
 

Gli asparagi selvatici sott’olio sono semplicissimi da fare e un ottimo modo per gustare questa verdura invernale anche in estate.

Qui la ricetta degli asparagi sott’olio

Torna all’indice

Melanzane alla sarda

melanzane-arrosto-alla-sassarese-sardegna
Melanzane alla sarda dal blog A casa di Vale
 

Originariamente condite solo con olio, basilico e aglio, oggi la ricetta delle melanzane alla sarda prevede anche del pomodoro tagliato a pezzetti.

Qui la ricetta delle melanzane alla sarda

Torna all’indice

Melanzane arrosto

melanzane-arrosto-sardegna
Melanzane arrosto con pomodorini dal blog Chiara Passion
 

Semplicissime da fare, le melanzane arrosto sono un ottimo contorno estivo dal sapore mediterraneo.

Qui la ricetta delle melanzane arrosto

Torna all’indice

Carciofi e patate in umido

padellata-carciofi-patate
Padellata di carciofi e patate dal blog Le mie ricette con e senza
 

La padellata di carciofi e patate, un antipasto prettamente invernale che può fungere anche da contorno. E’ importante però utilizzare solo le parti tenere del carciofo.

Qui la ricetta di carciofi e patate in umido

Torna all’indice

Zucchine ripiene

zucchine-ripiene-al-forno-sardegna
Zucchine ripiene dal blog Vacanza in Sardegna
 

Un pizzico di cipolla, olio, sale, pepe e pangrattato. Quattro semplici ingredienti per esaltare la dolcezza delle zucchine.

Qui la ricetta delle zucchine ripiene

Torna all’indice

Panada con verdure

panada-sarda-agnello-e-patate-assemini
Panada alle verdure dal blog La casa per due
 

Sa Panada, un piatto tipico sardo originario del paese di Assemini, è costituita da un guscio croccante che contiene il ripieno. Qui ve la proponiamo con le verdure, ma esistono varianti con le anguille o la carne di agnello.

Qui la ricetta della panada con verdure

Torna all’indice

Antipasti sardi di carne

In questo caso a regnare incontrastati sono gli insaccati: il prosciutto (presuttu), soprattutto nei paesi di montagna, è immancabile, così come il guanciale (grandula), la salsiccia (sartithu, sartissu o sartizzu), la pancetta e la coppa. Un altro antipasto particolare, al giorno d’oggi una rarità mentre un tempo più diffuso, è sa limba bestìa in budda, ovvero la lingua del maiale conciata come un salume.

I salumi si accompagnano col pane: carasau, pistoccu, spianata nel centro Nord, a Sud più probabilmente delle fette di civraxiu. A questo ben di Dio si affiancherà sicuramente dell’ottimo pecorino stagionato, del casizolu e, per i più arditi, del caglio di capretto.

Oltre ai salumi, spesso vengono serviti come antipasti degli assaggi di piatti che sarebbero più tipicamente dei secondi.

In Campidano difficilmente mancano le mongettas, delle lumachine marroni: bollite e con l’aggiunta di un filo d’olio e di prezzemolo tritato finemente sono una vera e propria delizia! Ma spesso vengono proposti anche assaggi di altri tipi di lumache nel tipico sugo piccante (sitzigorrus cun bagna).

Nelle zone di caccia troviamo spezzatino di cinghiale e i famosi pilloneddus de taccula. Questi sono uccellini selvatici, spesso tordi, merli o storni, bolliti o cucinati in modo molto semplice per essere deposti ancora caldi tra i ramoscelli di mirto, di cui assorbono tutto il meraviglioso aroma. Immaginate il profumo…

Per i palati più arditi c’è la coratella di agnello (frisciura de angione): si tratta delle interiora dell’animale tagliate a pezzi e rosolate con cipolla. Il compagno ideale di tutto questo ben di Dio? Sicuramente il vino rosso!

Ecco alcune ricette!

Torna all’indice

Stufato di cinghiale

spezzatino-di-cinghiale-sa-alla-nuorese-sardegna
Stufato di cinghiale alla nuorese dal blog Dolci tentazioni d’autore
 

La ricetta tradizionale dello stufato di cinghiale prevede una cottura lentissima in forno a legno, possibilmente all’interno di una casseruola di coccio dai bordi alti.

Qui la ricetta dello stufato di cinghiale

Torna all’indice

Taccole al mirto

taccole-al-mirto
Taccole al mirto dal blog Elfa pasticciona
 

La ricetta tradizionale delle taccole al mirto prevedeva l’utilizzo dei tordi, la cui caccia ha però delle forti restrizioni. Oggi si preferisce sostituirle con le quaglie.

Qui la ricetta delle taccole con mirto

Torna all’indice

Coratella di agnello

Coratella d'agnello con cipolla e pomodoro
Coratella d’agnello dal blog Difensore del Focolare
 

La coratella, un piatto della memoria, quando nulla dell’animale andava sprecato. Un antipasto dal gusto deciso, ottimo servito con dei crostoni di pane.

Qui la ricetta della coratella d’agnello

Torna all’indice

Antipasti sardi di mare

Qua si entra in un mondo sconfinato, in cui molluschi e crostacei la fanno da padrone.

Partiamo dalle cozze: gratinate, alla marinara, al pomodoro, al sugo piccante, allo zafferano, addirittura fritte! Oppure in combinazione con altri molluschi, come le arselle: la zuppa di cozze e arselle e la zuppa di cozze in verde sono delle vere e proprie prelibatezze!

Eccezionali anche le arselle: al vermentino, in verde o in tegame! E poi come non nominare is cocciulas a sa schiscionera, ovvero le arselle in umido: con l’aggiunta di aglio, prezzemolo, peperoncino, una spolverata di pane tritato e un filo d’olio sono divine!

Un’altra delizia è costituita dall’insalata di mare, composta in genere da cozze, vongole, gamberi, moscardini e seppie. Anche i crostacei sono molto richiesti!
I gamberi mancano raramente: fritti, con pomodori, in padella, piccanti o come insalata insieme ai calamari. Ottimi anche gli scampi, fritti o gratinati. I moscardini: alla diavola, alla vernaccia, al vermentino, lessi: in ogni caso squisiti!

Un altro antipasto sardo di mare molto popolare e apprezzato è l’insalata di polpo, che si presta particolarmente a diversi mix: con patate, con pomodori, con olive, con ceci oppure con sedano.

Se vuoi lasciare senza parole i tuoi ospiti puoi provare anche l’anguilla fritta, impanata con semola, i crostini di pane con polpa di riccio di mare, oppure i bocconi, che spopolano a Cagliari! Rimanendo nel capoluogo isolano, menzione a parte merita sa burrida: il gattuccio di mare viene marinato in una salsa di aceto con il suo fegato, noci, pinoli, aglio e prezzemolo. Da non perdere anche le orziadas, ovvero gli anemoni di mare, impanati e fritti!

Ma ci stiamo dimenticando di uno dei prodotti più iconici della nostra isola: la bottarga! Un esempio classico sono i carciofi e bottarga, una perfetta combinazione di sapori tipici della Sardegna, ma anche i moscardini con porcini e bottarga.

Infine non possiamo non nominare un antipasto molto originale: la cappunadda, ovvero la caponata alla carlofortina, una gustosissima insalata con gallette spezzettate, tonno, tonnina (tonno sotto sale), pomodori e cetrioli di un particolare varietà che si coltiva solo a Carloforte e Calasetta, la facussa. Il tutto condito con olio extra vergine, basilico, capperi e origano.

Torna all’indice

Cozze gratinate

cozze-al-forno-gratin
Cozze gratinate dal blog La cuoca galante
 

Le cozze gratinate, croccanti all’esterno e morbide dentro, custodiscono tutta l’intensità dell’acqua di mare.

Qui la ricetta delle cozze gratinate

Torna all’indice

Insalata di mare

insalata-di-mare-antipasto-sardo
Insalata di mare dal blog Una blogger in cucina
 

Fresca, veloce e leggera, l’insalata di mare è un antipasto di mare da servire freddo. Con un filo d’olio e qualche goccia di limone.

Qui la ricetta dell’insalata di mare

Torna all’indice

Gamberi fritti

calamari-gamberi-fritti-sardegna
Gamberi fritti dal blog Magie in cucina
 

I segreti della frittura di gamberi? Friggere in tanto olio e  non portarlo mai ad alte temperature, solo cosi questo antipasto avrà la giusta croccantezza. Da servire rigorosamente caldo.

Qui la ricetta dei gamberi fritti

Torna all’indice

Moscardini alla diavola

moscardini-alla-diavola-con-crostini-sardegna
Moscardini alla diavola dal blog Bread and Butter
 

Il peperoncino è l’ingrediente chiave di questo sfizioso antipasto: ottimi serviti sia caldi che freddi, accompagnati da dei crostoni di pane fritto.

Qui la ricetta dei moscardini alla diavola

Torna all’indice

Sa burrida

burrida-casteddaia-cagliari-antipasti-sardi
Burrida dal blog Koendi
 

Un antipasto della tradizione povera cagliaritana, la burrida si conserva per svariati giorni grazie all’utilizzo di grandi quantità di aceto.

Qui la ricetta della burrida

Torna all’indice

La bottarga

bottarga in sfoglie con carasau
Bottarga di muggine a fettine con pane carasau
 

La bottarga, uova di muggine salate ed essicate. Un antipasto pregiato della tradizione sarda. Dal gusto deciso, è ottima servita al naturale con un filo d’olio EVO.

Qui troverete tutti i segreti sulla bottarga: cos’è, come si fa e com’è nata.

Qui invece parliamo della bottarga sarda di muggine e tonno con qualche ricetta per gustarla al meglio.

Torna all’indice

Insalata di polpo e patate

insalata-di-polpo-antipasto-sardegna
Insalata di polpo e patate dal blog Pasticciando con magica Nanà
 

L’insalata di polpo e patate è un classico degli antipasti della tradizione mediterranea. Il segreto? La cottura del polpo. Buonissima servita tiepida, con un giro d’olio EVO.

Qui la ricetta dell’insalata di polpo

Torna all’indice

La Capunadda

Cappunadda alla Carlofortina con gallette, cetrioli e tonno
Cappunadda alla Carlofortina dal blog Pere e Peperoncini
 

La Capunadda, da servire con le tradizionali gallette di Carloforte: delle focaccine di pane secco da far rinvenire ammollandole nell’acqua.

Qui la ricetta della Cappunadda alla Carlofortina

Torna all’indice

Antipasti sardi veloci

Hai poco tempo a disposizione e vorresti preparare qualche sfizioso antipasto per stupire i tuoi amici? Ti consigliamo qualche antipasto veloce di carne, pesce e vegetariano.

Torna all’indice

Carciofi e bottarga

Ricetta semplicissima e veloce!

Ingredienti per 4 persone:
• Carciofi: 6
• Bottarga: 1 baffa
• Limone: 1/2
• Olio evo: q.b.

Levate le foglie ai carciofi e tagliateli a metà per eliminare le punte. Divideteli in 4 parti e togliete la paglietta interna. Ora affettateli finemente e disponeteli in una ciotola con acqua e limone, per evitare che si anneriscano.
A questo punto affettate la bottarga, anche con il pelapatate. Scolate i carciofi, metteteli in un contenitore assieme alla bottarga e spruzzate un altro po’ di limone. Cospargeteli con un po’ di olio e potete pure servirli! Tutto in 10 minuti!

Torna all’indice

Funghi in verde

Antipasto veloce, gustoso e con pochi ingredienti. Protagonisti assoluti i funghi pleytorus, conosciuti anche come antunne e chiamati in sardo cardulinu de petza (letteralmente: funghi di carne).

Ingredienti:
• Funghi: 400 gr
• Aglio:  2 spicchi
• Prezzemolo: q.b.
• Olio evo: q.b.
• Sale: q.b.

Dopo aver pulito accuratamente i funghi, tagliateli a strisce sottili e disponeteli in una padella con un filo d’olio e aglio e prezzemolo tritati. Aggiungete un bicchiere d’acqua, un pizzico di sale e fate cuocere per 15-20 minuti. Facilissimo!

Zuppa di cozze in verde

Questa ricetta, facile e veloce, è l’ideale soprattutto d’estate. L’unica scocciatura è la pulizia delle cozze, ma potrete saltare questo passaggio se le acquistate in un grande supermercato o da un pescivendolo che utilizza il macchinario per pulirle. Una volta che le avrete assaggiate diventeranno una droga!

Ingredienti:
• Cozze: 1kg
• Aglio: 2 spicchi
• Prezzemolo: q.b
• Olio evo: q.b.
• Peperoncino: q.b.
• Vino bianco: 1 bicchiere

Lavate per bene le cozze sotto acqua corrente, aiutandovi con una spazzola o una paglietta di metallo.
A questo punto prendete una pentola alta e capiente e rosolate l’aglio con un filo d’olio. Aggiungete le cozze, coprite la pentola e aumentate leggermente il fuoco. Dopo qualche minuto le cozze dovrebbero essersi aperte (quelle chiuse eliminatele). Ora sfumate con del vino bianco (è consigliato il Vermentino) e aggiungete il prezzemolo e il peperoncino tritato. Fate cuocere per altri 10-15 minuti, a fuoco lento. A questo punto, potrete finalmente gustarvi la ricetta: uno spettacolo!

Torna all’indice

Tagliere di salumi

abbinamento-salumi-e-pane
Tagliere in legno con salsiccia secca affettata
 

Abbiamo parlato qui di come comporre un tagliere di salumi perfetto con i migliori abbinamenti di salse, verdura e frutta!

Torna all’indice

Tagliere di formaggi

abbinamento-formaggi-composte
Formaggi misti con composte di frutta e verdura
 

In un piatto di formaggi sardi che si rispetti non possono mancare le nostre punte di diamante: il pecorino Fiore Sardo, affumicato e a latte crudo, e il nostro più famoso formaggio vaccino, il Casizolu, meravigliosa provola del Marghine. Due formaggi che nascono dall’allevamento estensivo di pecore e mucche al pascolo brado tra le erbe profumate della Sardegna.

Qui tutti i suggerimenti per un fantastico tagliere di formaggi con marmellate, miele e frutta!

Torna all’indice

Condividi L'articolo:

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on print
Share on email

Articoli simili

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on pinterest

This project has received funding from the European Union's Horizon 2020 research and innovation programme under grant agreement No 743354